I nuovi interventi agevolativi per progetti di R&I negli ambiti tecnologici di “Fabbrica Intelligente”, “Agrifood” e “Scienze della vita” e per i macchinari innovativi spiegati nelle presentazioni allegate dal Dott. Carlo Sappino e dall’Ing. Giuseppe Incardona – Direzione Generale per gli Incentivi alle Imprese del MISE.

La presentazione del Dott. Sappino, incentrata sulle politiche di sostegno all’innovazione del MISE, parte dall’analisi dei fabbisogni attuali, per passare all’illustrazione della strategia complessiva del Ministero, degli strumenti di intervento in Ricerca, Sviluppo e Innovazione individuati e delle relative risorse dedicate. Si evidenzia la forte coerenza tra l’approccio adottato a livello nazionale e quello di matrice comunitaria, illustrando in dettaglio il Fondo di Crescita Sostenibile, lo strumento principale per il sostegno alle attività di ricerca, sviluppo e innovazione.
Nell’intervento sono spiegate le principali differenze tra le due modalità di intervento del fondo: interventi a sportello e interventi negoziali mediante Accordi di programma per l’innovazione stipulati con le Regioni per il finanziamento di iniziative strategiche per la competitività delle imprese (al momento 33 per costi complessivi di 982 mln di euro a fronte di un fabbisogno agevolativo di 312 mln di euro, di cui 247 MISE e 65 Regioni).
L’intervento si conclude con un approfondimento dettagliato sulle nuove iniziative: il nuovo intervento agevolativo a favore dei progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dei tre settori applicativi della SNSI “Agrifood”, “Scienze della vita” e “Fabbrica Intelligente” di cui al DM 5/03/2018;  e la misura sui macchinari innovativi nell’area tematica “fabbrica intelligente”, di cui al DM 9/03/2018.
La presentazione dell’Ing. Incardona è incentrata in modo specifico sul nuovo intervento agevolativo a favore dei progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dei tre settori applicativi della SNSI “Agrifood”, “Scienze della vita” e “Fabbrica Intelligente” di cui al DM 5/03/2018. In particolare, vengono analizzati nel dettaglio finalità dell’intervento, settori agevolabili, soggetti e progetti agevolabili, costi ammissibili.

Si invita a prestare particolare attenzione all’illustrazione delle due differenti procedure previste per l’attuazione dell’intervento: negoziale ai sensi del DM 24/05/2017 e a sportello ai sensi del DM 1/06/2016.